Alda Boscaro alla Biennale di Venezia 2019

Dal 10 maggio al 24 novembre 2019,  ALDA BOSCARO espone a Venezia. Le sue opere sono visibili a San Servolo – Island Event, alla 58° Biennale Arte 2019, Padiglione espositivo n. 7: “Mutations, so the hybrid reality”, Progetto:Arte Struttura, Curatore: Boris Brollo, Catalogo Mondadori.

Dall’11 al 31 maggio 2019 è invece a Firenze, all’Auditorium al Duomo, Sala Giuliano Borselli, dove partecipa alla mostra “L’evoluzione dell’arte moderna tra il XX e il XXI secolo”. Curatori: prof. Rosario Pinto, ing. Gennaro Corduas.

L’artista Alda Boscaro è stata invitata a partecipare alla 58^ esposizione internazionale d’arte – Biennale Arte 2019 – nel contesto dell’evento denominato ‘Mutations, so the hybrid’ reality con un gruppo di artisti italiani e stranieri selezionati.

L’evento è inaugurato venerdì 10 maggio alle ore 11.30 negli spazi espositivi della Biennale, nell’isola di San Servolo di fronte ai Giardini.

Questa rassegna, che nasce da un’idea di Boris Brollo e Giuseppe Siano, pone l’attenzione sulle possibilità mutanti dell’opera d’arte nel suo esistere quotidiano.

Scrivono i curatori: “l’Arte Contemporanea oggi è frammentata in mille rivoli estetici, un orizzonte che va dalla pittura all’algoritmo, dalla foto al cinema, sempre in maniera parcellizzata senza continuità. Si può individuare all’interno di questi ‘tempi difficili’ una modalità artistica operativa che porti l’artista ad esprimersi in maniera diversa, cioè senza ricorrere ad una o ad un’altra modalità espressiva, bensì trovare in alcune opere i germi del passato coi i frutti del futuro? …

Alda Boscaro partecipa con opere collegate al problema ambientale, tema trattato dall’artista fin dal 1976 con il ciclo di dipinti ‘Uomo e Ambiente’.

Sempre in questi giorni, interessante è la partecipazione dell’Artista alla rassegna “L’evoluzione dell’arte moderna tra il XX e il XXI secolo” presso l’Auditorium al Duomo collocato nel cuore del centro storico di Firenze.

Lascia un commento