IL BRINDISI CHE NON T’ASPETTI ALL’ADUNATA DEL PIAVE: IL PRESIDENTE ZAIA STAPPA UN ANALCOLICO PER GLI ALPINI

Ecco il vino che non t’aspetti e che sfida gli alpini della 90^ adunata nazionale che sta coinvolgendo il capoluogo della Marca. Una sfida vincente quella lanciata da Campagna Amica Treviso, la declinazione di Coldiretti del suo patto con il consumatore volto a promuovere la vendita diretta che fa rima con stagionalità, garanzia dell’origine e qualità del made in Italy. Stamane a visitare la cittadella di Campagna Amica, che sta occupando l’area del Bastione San Marco, sulle mura cittadine, con una decina di aziende e un vero e proprio ristoro made in Treviso grazie ai prodotti di Opo Veneto, cooperativa La Castellana carni e Vini Nadal, anche il Presidente di Regione Veneto, Luca Zaia, il sindaco di Treviso Giovanni Manildo e il presidente camerale Mario Pozza.

All’ora di pranzo, presenti i vertici di Coldiretti Treviso con il sindaco Giovanni Manildo, ecco il brindisi che non t’aspetti con il FreedomMind, bevanda analcolica ottenuta con un particolare brevetto da mosto d’uva fresca glera non fermentata, dal colore giallo paglierino chiaro, profumo fresco e fruttato, con sapore dolce, delicato ed equilibrato.

A produrre FreedomMind è Isabella Spagnolo di Iris Vigneti, impresa vitivinicola di Mareno di Piave. La viticoltrice definisce il suo prodotto alcohol free come un italian fashion drink: “Certamente è un prodotto che porta con sé l’italianità e la natura espressa dalle nostre zone vocate alla viticoltura – sottolinea Isabella Spagnolo – FreedomMind è un modo alternativo per abbinare le bollicine e l’uva ad un brindisi di valore. E quindi abbiamo pensato e perché no all’Adunata”.

ADD YOUR COMMENT

You must be logged in to post a comment.