La Loggia dei Trecento illuminata dal Rotary

Del progetto di nuova illuminazione della città di Treviso si parla da tempo. Ma nel cuore del centro storico questa non è più un progetto bensì realtà, grazie al Rotary Club Treviso che, in collaborazione con Distretto Rotary 2060 e con gli altri tre club trevigiani (Treviso Nord, Treviso Terraglio e Treviso Piave), ha riqualificato con tecnologia Led l’impianto d’illuminazione della Loggia dei Trecento.

Lunedì 18 giugno (ore 19), con una piccola cerimonia pubblica nel Salone di Palazzo dei Trecento, il presidente del primo (per anzianità e numerosità) club trevigiano, l’arch. Paolo Bornello, donerà ufficialmente alla Città quest’opera realizzata grazie al suo impegno professionale e a quello di due altri soci del club, gli ingegneri Carlo Chiodin e Maria Antonietta Possamai. All’opera offerta volontariamente dai professionisti che hanno ideato e progettato l’intervento, si è anche aggiunta la donazione della socia Emanuela Putoto, titolare della Bettiol srl, che ha provveduto all’installazione dell’illuminazione e alla sostituzione di tutti i cavi e del quadro elettrico, precedentemente fuori norma. Lavori realizzati gratuitamente in memoria del marito, ing. Enrico Bettiol, tragicamente scomparso due anni fa, anch’egli molto attivo nel mondo del volontariato.

Le luci delle vecchie lanterne e i faretti posizionati sulle sommità dei pilastri centrali della Loggia sono, così, stati sostituiti con una illuminazione a led dimmerizzabile, con in più delle sottili barre quasi invisibili sempre a led in corrispondenza dei tiranti degli archi, che illuminano le volte creando un effetto scenografico.  E anche le aziende che hanno fornito i corpi illuminanti, Linea Light Group di Resana e Neri srl, si sono lasciate coinvolgere nel circolo virtuoso del servizio rotariano, donando anch’essi il materiale occorrente.

“Ora il cuore del centro storico non è solo più illuminato, più bello e più sicuro, ma anche più economico nella gestione, grazie anche alla preziosa collaborazione dei tecnici dell’Ufficio Tecnico Lavori Pubblici del Comune di Treviso”, sottolinea Paolo Bornello. Che specifica: “Abbiamo realizzato un grande lavoro di squadra, che ci ha permesso di soddisfare pienamente anche tutti i vincoli imposti dalla Soprintendenza e le richieste del Comune di Treviso, in concerto con gli altri Rotary Club Trevigiani e il Distretto Rotary 2060 che raggruppa tutti gli 87 Rotary Club del Triveneto. Un impegno e un risultato che festeggeremo lunedì 18 giugno alle ore 19, illustrando alla comunità le migliorie apportate e brindando ad esse grazie alla generosità di un altro socio, Claudio Ciani Bassetti, con i suoi vini del Castello di Roncade”.

E non è tutto, perché a breve brillerà di nuova luce anche il sottoportico della facciata orientale di Palazzo dei Trecento accanto allo scalone e verso piazza Monte di Pietà, grazie all’espressa donazione di un socio del Rotary Treviso e all’intervento che sempre  Bettiol srl realizzerà  per  illuminare ccompletamente  uno dei lati notoriamente più bui della Loggia.

Inoltre, i Rotary Club trevigiani stanno già lavorando a un altro progetto che prenderà forma a breve: l’illuminazione del Palazzo del Podestà e del Palazzo Pretorio, dando così nuova luce a tutta Piazza dei Signori.

Il progetto sarà spiegato nel dettaglio proprio durante l’inaugurazione della nuova illuminazione della Loggia dei Trecento

Lascia un commento