Presentato il primo mercato coperto di Campagna Amica nel Centro storico

Una filiera corta, firmata dagli agricoltori, per dare prodotti agricoli del territorio la cui origine è garantita. Prodotti di stagione, controllati, arriveranno in pieno centro a Treviso. Il presidente di Coldiretti Treviso, Walter Feltrin, annuncia l’apertura di un Mercato coperto dove a vendere i prodotti della nostra terra saranno gli imprenditori agricoli aderenti al progetto di Coldiretti “Campagna Amica”.

Nei giorni scorsi a Ca’ Sugana, municipio di della città di Treviso, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione. Erano presenti il sindaco Giovanni Manildo e l’assessore Paolo Camolei, il presidente camerale Mario Pozza, il presidente di Coldiretti Treviso Walter Feltrin e il direttore Antonio Maria Ciri, oltre al direttore scientifico di SWG, Enzo Risso.

È il  suggello del patto tra produttori e consumatori trevigiani – ha sottolineato Walter Feltrin – tra chi produce e chi acquista e consuma i prodotti made in Treviso.

Il progetto è stato realizzato in Piazza Giustiniani, a pochi passi da Riviera Santa Margherita. Da qui il nome del mercato coperto, “Riviera Santa Margherita”. L’inaugurazione avverrà venerdì 24 novembre alle ore 12.00,dopo l’atteso convegno sulle agromafie.

“Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l’intelligenza che si vincono i campionati”. Il sindaco Manildo prende a prestito una celebre frase del cestista Michael Jordan. “Quello che presentiamo oggi è un progetto di squadra importante per il luogo e per la tipologia di intervento – dichiara il sindaco. “Una Città bella e attrattiva è fatta di luoghi vivi e produttivi. Il fatto che a portare nuova vitalità a questa piazza siano i prodotti a km zero, eccellenze del nostro territorio, aggiunge valore all’iniziativa. Si tratta del primo passo del percorso di valorizzazione, sul quale intendiamo proseguire”.

L’Amministrazione comunale di Treviso ha quindi dato il proprio benvenuto a una realizzazione che fa bene alla Città: “Il mercato coperto di Coldiretti arriva anche a Treviso – aggiunge l’assessore allo Sviluppo Paolo Camolei. “Un progetto di start–up, rispetto all’attenzione che l’Amministrazione intende riservare sia ai prodotti a km 0, sia all’area di piazza Giustiniani”.

L’apertura del nuovo mercato coperto ha spinto Coldiretti a organizzare la 67a edizione della Giornata del Ringraziamento in Duomo a Treviso: “Ci aspettiamo un migliaio di persone. L’evento terminerà con il pranzo sociale – sottolinea Antonio Maria Ciri, direttore di Coldiretti Treviso. “Sono previsti comunque eventi collaterali importanti. Mi riferisco al concerto di giovedì 23 novembre, all’auditorium di Piazza delle istituzioni (Appiani) alle ore 21.00 con l’esibizione del coro “le Voci del Sile” e del tenore Francesco Grollo. Venerdì 24, in Camera di Commercio, si svolgerà un importante convegno sulle agromafie. Poi, il taglio del nastro del nuovo mercato”.

Saluta l’iniziativa con soddisfazione anche Mario Pozza, presidente di Camera di Commercio di Treviso e Belluno: È negli obiettivi della Giunta camerale dare visibilità alle aziende del territorio valorizzandone i prodotti. Quello che sta nascendo in piazza Giustiniani è un progetto unico in Italia per la presenza di imprese di diversi settori produttivi. Un fatto di estremo valore e interesse, visto che il concetto di sistema sarà sempre più premiante.

“I mercati di ‘Campagna Amica’ incontrano il successo perché hanno un valore aggiunto, una risposta relazionale tra chi acquista e consuma echi produce – sottolinea Enzo Risso, direttore scientifico di SWG. Il consumatore sta cercando il ritorno a una relazione più semplice del sistema di vendita, dove l’aspetto umano sia più presente trattando con il produttore. In questi mercati viene ristabilito il rapporto fiduciario”.

Nell’indagine SWG, condotta tra i consumatori trevigiani, emergono tre fattori. Ciò mettendo a confronto anche una precedente indagine del 2014. Il primo aspetto riguarda i consumatori, che hanno cominciato a frequentare i mercati degli agricoltori, non sono più tornati indietro continuando a consolidare i loro acquisti dai produttori agricoli.

La spesa media dal 2014, inoltre, è aumentata confermando il crescere della fiducia.

Terzo punto è che alla valutazione degli elementi di qualità, il voto dato dagli intervistati è diventato dal sufficiente e buono del 2014 all’ottimo del 2017.

Lascia un commento