Sempre positiva la crescita del Turismo

Sempre positiva la crescita del Turismo

In costante crescita positiva il Turismo in Provincia di Treviso nel 2017. I dati elaborati dal Sant’Artemio vedono confermare l’aumento delle presenze del +12,34% e degli arrivi del +11,86%.

 

Tutti i 10 Comprensori presentano un dato positivo sia negli arrivi che nelle presenze. Quindi  Sempre positiva la crescita del Turismo. Per la prima volta viene superata la soglia dei due milioni di presenze. La migliore performance in assoluto è stata registrata dal comprensorio della Castellana con un +24% negli arrivi e del 22% nelle presenze.  Buoni anche i risultati di Treviso Nord e del Vittoriese. Stranieri: il mercato cinese, in pole position della classifica, registra un ritorno al segno positivo +18% rispetto agli anni precedenti e la Germania mantiene la secondaposizione con un incremento di quasi il 10%. La Corea del Sud si mette in evidenza tra i dati con un segno positivo del 31% e la Turchia entra nella top ten degli arrivi surclassando i Paesi Bassi. Dai dati elaborati emerge che sono in aumento le scelte verso le strutture ricettive medio alte (4 stelle), sia da parte dei turisti stranier, sia dagli italiani. La presentazione dei dati di arrivi e presenze turistiche da parte del Presidente della Provincia Stefano Marcon, è avvenuta in collaborazione con il Consigliere delegato Roberto Fava. “All’inizio della stagione estiva, leggere questi dati record ci rende ottimisti – ha detto Marcon. “Ancora una volta è dimostrato che questo magnifico territorio, attraverso i suoi eventi, le sue manifestazioni e la spinta negli investimenti delle strutture ricettive e infrastrutture, è in grado di attrarre il movimento turistico.”

 

 

 

“Sono segnali importanti soprattutto da Lombardia e Veneto – ha aggiunto Fava – , flussi che mostrano un decennio in costante crescita positiva, soprattutto se confrontati con le medie nazionali. Questo settore e il suo andamento non possono essere lasciati alla performance offerta dal singolo comparto (alberghiero, enogastronomico, museale,  ecc.), ma deve essere sostenuto, promosso e tutelato con un lavoro di squadra che metta insieme nuove tecnologie web, multimediali e serio marketing territoriale.”

“Il Turismo non è una scienza precisa – continua Marcon – solo la costante attenzione rivolta al comparto degli operatori, alla qualità delle proposte e alle necessità del turista, possono garantire le prospettive di crescita.”

Lascia un commento