TREVISO PROVINCIA E VIABILITÀ – Contributi ai Comuni per aumentare la sicurezza della rete viaria

La Provincia di Treviso cofinanzia interventi di manutenzione della rete viaria per garantire maggior sicurezza a chi viaggia, con il coinvolgimento delle Amministrazioni comunali.

Nella conferenza stampa sono stati illustrati ai Sindaci i contenuti del bando e le modalità per accedere ai finanziamenti.

Lo stanziamento di bilancio è di 1.860.000,00 € per l’anno 2019, e 2.000.000,00 per l’anno 2020.

La quota spesa a carico della Provincia è al massimo il 50% della spesa ammissibile, mentre il limite di contributo massimo è di 200.000 €.

Le tipologie di intervento sono:

·           Sistemazioni di intersezioni

·           Attraversamenti pedonali

·           Razionalizzazione delle accessibilità dei frontisti su strade provinciali

·           Interventi strutturali

·           Messa a norma di barriere

·           Percorsi dedicati all’utenza debole

Con i recenti finanziamenti arrivati dal Governo si sono potute destinare risorse alla viabilità che soffriva da alcuni anni. Il ruolo delle Province nella gestione del territorio è insostituibile.

Nell’occasione sono stati presentati i dati ufficiali sull’incidentalità stradale della nostra Provincia relativi all’anno 2018.

Con gli investimenti degli ultimi vent’anni di Progetto Strade Sicure, la mortalità da incidente stradale è drasticamente diminuita, ha affermato il presidente Stefano Marcon. Una diminuzione dovuta anche agli interventi infrastrutturali e alle campagne di prevenzione messe in atto dalla Provincia. Le analisi dell’ultimo periodo, però, evidenziano il persistere di un problema legato all’utenza debole (ciclisti, pedoni ecc.). Proprio a fronte di questa evidenza, la Provincia ha dato ai Comuni la possibilità di usufruire di un cofinanziamento per gli interventi che aumentino la sicurezza stradale degli utenti deboli, i primi a pagare il prezzo di una carente manutenzione.

Una piattaforma dedicata ai singoli Comuni è stata costruita dagli operatori della Provincia per consultare i dati di ciascun territorio e individuare i criteri per l’accesso al finanziamento.

Lascia un commento